Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Indagine paleografica sui reperti stradivariani

18 Aprile 2015 @ 10:15 - 12:00

Gratuito

BANNER PALEO  CONFER

 

La collezione di forme, attrezzi, disegni utilizzati da Antonio Stradivari nella sua bottega, donati alla città da Giusepe Fiorini nel 1930 ed oggi esposti al Museo del Violino, rappresenta un patrimonio documentale imprescindibile per ogni ricerca sul grande liutaio.
La catalogazione pubblicata da Simone Fernando Sacconi nel 1972 ha portato all’esposizione di 711 reperti nel Museo Stradivariano. Dei 593 pezzi non esposti, in parte provenienti anche da una precedente donazione di Vincenzo Cerani, venne invece compilato un inventario negli anni Ottanta.
Nonostante il rilievo storico e liutaio, questa raccolta unica al mondo non era stata oggetto, negli ultimi decenni, di studi approfonditi. In seguito allo spostamento della raccolta al Museo del Violino, il conservatore Fausto Cacciatori ed il paleografo Marco d’Agostino hanno sottoposto tutti i reperti, esposti e non, ad una nuova serie di analisi e confronti, anche con il contributo del Laboratorio Giovanni Arvedi di diagnostica non invasiva dell’Università di Pavia che ha sede all’interno del Museo.
Dopo oltre un anno di lavoro i primi risultati sono sorprendenti, con nuove attribuzioni e la scoperta di elementi originali, mai esposti in epoca recente. In virtù del valore storico e culturale ad essi legato si può senza dubbio si può parlare di un “patrimonio ritrovato” che sarà presentato, nel corso di un incontro di studio, sabato 18 aprile, alle 10,15, nella Sala Conferenze del Museo del Violino. L’ingresso è libero.
Da sabato al Museo del Violino sarà possibile ammirare i reperti recentemente riscoperti. Tra questi significative testimonianze legate sia alla professione di liutaio sia al vissuto quotidiano e sociale di Stradivari nella Cremona del Settecento.
Alla base della ricerca, promossa dal Museo del Violino in collaborazione con il Distretto Culturale della Provincia di Cremona e la Fondazione Cariplo, un metodo di studio nuovissimo che parte da una attenta ricerca storica e da un confronto, condotto da Fausto Cacciatori, tra reperti e strumenti. Ugualmente un contributo essenziale è giunto dalle indagini paleografiche sulla scrittura di Stradivari, prosecuzione di un lavoro già pubblicato a firma dello stesso d’Agostino che aveva portato alla identificazione delle scritte autografe sui reperti esposti.
Il lavoro di ricerca sarà completato nei prossimi mesi e confluirà in un nuovo ed ampio catalogo della collezione dei reperti che sarà pubblicato entro l’anno.

Dettagli

Data:
18 Aprile 2015
Ora:
10:15 - 12:00
Prezzo:
Gratuito

Luogo

Museo del Violino
piazza Marconi 5
Cremona, Italia
+ Google Maps